Lunedi, 14. Ottobre 2019
Non solo Cielo e Scozzoli: Anche Guido, Orsi e Codia allo Swimmeeting Alto Adige il 2 e 3 novembre a Bolzano
Mercoledi, 02. Ottobre 2019

L’uomo più veloce del mondo a Bolzano

Il campione olimpico Cesar Cielo fra un mese allo Swimmeeting Alto Adige – Fabio Scozzoli vuole il record – Ancora tanti campioni alla 23esima edizione il 2 e 3 novembre
L’uomo più veloce del mondo a Bolzano
Bolzano inaugura per l’ennesima volta anche quest’anno la stagione in vasca corta in Italia e lo fa in grande stile. Per la 23esima volta i campioni del nuoto mondiale partono dallo Swimmeeting Alto Adige con un unico grande obiettivo nel mirino: I giochi olimpici estivi nell’estate del 2020 a Tokyo. Come sempre da oltre due decenni il primo weekend di novembre la piscina di Maso della Pieve intitolata ad Albert Pircher è riservato ai big del nuoto. Il 2 e 3 novembre ci sarà da divertirsi. L’SSV Bozen, dal 1997 organizzatore del meeting, sta preparando una due giorni spettacolare basta vedere i primi nomi presenti in questa edizione e svelati stamattina durante una conferenza stampa in presenza della stella locale Laura Letrari.
Non può non esserci presente un campione olimpico al meeting natatorio bolzanino. Ci sarà per la prima volta in Alto Adige Cesar Cielo Filho, la leggenda del nuoto brasiliano, che a 32 anni ha deciso di provarci ancora. Vuole essere tra i protagonisti a Tokyo per l’ultimo capitolo della sua splendida carriera. Cielo ha vinto davvero tutto. L’oro più importante rimarrà quello olimpico di Pechino 2008 nella sua gara preferita, i 50 stile libero. Nato a Santa Barbara d’Oeste il 10 gennaio del 1987, Cielo da oltre un decennio fa parte dei nuotatori più veloci del mondo. Anzi lui è ancora l’uomo più veloce in acqua di questo pianeta, detiene i record del mondo in vasca lunga sia sui 50 che sui 100 stile libero da dieci anni. Dal 2009, l’ultimo anno dei costumi high tech. Allora il brasiliano fu capace di nuotare i 100 stile in 46,91 ai mondiali di Roma, e i 50 stile in 20,91 ai campionati nazionali brasiliani. Cielo Filho debuttò a livello internazionali ai campionati mondiali in vasca corta del 2004 a Indianapolis. Oltre alla medaglia d’oro di Pechino vanta due bronzi olimpici (100 stile libero a Pechino e 50 stile libero a Londra 2012), ha vinto sei ori ai mondiali in lunga. Indimenticabile la gara perfetta al Foro Italico a Roma nel 2009. Specialista non solo dei 50 e 100 stile, ma anche dei 50 farfalla (campione del mondo in lunga nel 2011 e nel 2013) Cielo Filho finora ha collezionato 33 medaglie, tra cui 20 in oro, a competizioni internazionali. Le ultime due sono arrivate con la staffetta brasiliana ai mondiali in corta del dicembre 2018 a Hangzhou in Cina. “Ovviamente siamo onorati di avere Cielo tra i nostri protagonisti, averlo a Bolzano probabilmente nella sua ultima stagione da atleta è un highlight per tutti”, dice Christian Mattivi, storico presidente del comitato organizzatore bolzanino. Bolzano in tutti questi anni si è fatta un nome importante nel panorama nazionale e non solo. Specialmente gli atleti statunitensi amano di venire a Bolzano a inizio stagione per assaporare il feeling particolare di Bolzano. Anche nel 2019 ci sarà un americano di rilievo a gareggiare. Si tratta di Matthew Josa, 24 anni, presente a Bolzano già nel 2016, allora quattro volte sul podio a Maso della Pieve e capace di conquistare tre medaglie in staffetta con gli Stati Uniti ai mondiali in corta del dicembre 2016 a Windsor in Canada. Per tanti azzurri il meeting di Bolzano è la prima occasione per mettersi in mostra a livello nazionale nella stagione, una stagione ricca di appuntamenti importanti con gli europei in corta a Glasgow in Scozia (4-8 dicembre), gli assoluti invernali la settimana dopo a Riccione e i campionati italiani primaverili in lunga anticipati a marzo. Non può non esserci allo Swimmeeeting Alto Adige Fabio Scozzoli. Lui a Maso della Pieve si sente a casa e quest’anno ha da compiere una missione speciale. Dopo la doppietta del 2018 il 31-enne è arrivato a nuota 17 vittorie a Bolzano nella sua lunga carriera, scavalcando la tedesca Janine Pietsch (16) a una sola vittoria dal record di Thomas Rupprath, capace di vincere al meeting di Bolzano per 18 volte nella sua carriera. “Sono convinto che Fabio riuscirà nell’impresa e batterà il record di Rupprath già nel 2019”, dice Mattivi. Ricordiamo che Scozzoli è sempre tra i protagonisti del nuoto azzurro e mondiale. Vanta un palmares di assoluto livello, campione del mondo nel 2012, undici volte campione
europeo (otto i titoli in corta) e tantissimi titoli italiani. Con lui a Bolzano ci sarà anche la sua compagna Martina Carrara, con la quale si allena a Imola. Splendida terza ai mondiali di luglio a Gwangju in Corea sui 100 rana in 1.06,36 e quinta sui 50 rana, ha conquistato anche tre medaglie ai mondiali in corta (terza nel 2018 a Hangzhou sui 50 rana) e tre medaglie ai campionati europei di cui due argenti in staffetta nel 2016 in lunga a Londra. Presente a Bolzano anche Elena Di Liddo, che ha sfiorato la medaglia mondiale a Gwangju sui 100 farfalla arrivando quarta in 57,07 dopo il bronzo agli europei in lunga nel 2018 a Glasgow sulla stessa distanza, la sua prima medaglia iridata in una gara individuale. La Di Liddo e la Carrara hanno conquistato anche il quarto posto con la staffetta italiana nella 4 x 100 misti a Gwangju. Laura Letrari presente – Ballo in forse Per Laura Letrari lo Swimmeeting Alto Adige è un appuntamento fisso nel programma stagionale. La 30-enne di Bressanone che vuole staccare per la seconda volta il pass olimpico dopo la presenza nel 2012 a Londra, in carriera ha vinto per sei volte una gara a Bolzano, l’ultima nel 2017 (100 misti). Anche quest’anno non vuole sfigurare davanti a parenti, amici e tifosi anche se non ha preparato come negli ultimi anni la gara di casa proprio perché si concentra sulla vasca lunga in vista dei giochi. La capitana della Bolzano Nuoto era presente stamattina alla conferenza stampa. “Per me è sempre bello gareggiare al meeting di casa. Quest’anno porterò con me tre atlete dall’Austria, con le quali mi sono allenata a Linz. Tanti campioni del nuoto mondiale vengono volentieri a Bolzano perché amano l’atmosfera speciale. Nuoterò sicuramente i 100 misti e penso anche i 50 stile e i 50 dorso. Bisognerà vedere però in che condizioni tornerò dai mondiali militari in Cina la settimana prima”. Gli organizzatori con il presidente Christian Mattivi in primis sperano ovviamente di avere a Bolano anche Stefano Ballo, il grande talento del nuoto altoatesino esploso finalmente a 26 anni nella passata stagione dove ha avuto un ruolo di protagonista nella staffetta azzurra che ai mondiali coreani ha sfiorato per un niente il bronzo nella gara dei 4 x 200 stile libero. Ballo da quando si allena a Caserta con Andrea Sabino ha trovato motivazioni e stimoli e punta con decisione a Tokyo. “Sarà difficile qualificarsi, ma io ci provo”, dice Ballo. Lui vorrebbe presentarsi al pubblico di casa, ma l’obiettivo rimane la qualificazione per gli europei in corta nei 200 stile, gara non in programma a Bolzano.
Mattivi spera di avere al via anche il bolzanino Zaccaria Casna, uno dei più forti ranisti italiani in circolazione, cresciuto nella vasca di Maso della Pieve. Super-Jackpot di 1000 euro in undici gare In ben undici delle 18 gare individuali quest’anno i nuotatori possono vincere 1000 euro. Il Super-Jackpot viene pagato per ogni record della manifestazione che ha almeno tre anni di vita. Sono ancora tre i record della manifestazione che sono in vigore addirittura da dieci anni, dal 2009 ultimo anno dei costumi high-tech. Tutti tre in campo maschile: i 100 delfino di Mario Todorovic (50,80), e i 50 e 100 dorso di Nick Thoman (23,69 e 50,32). Il meeting bolzanino in questa edizione ha un montepremi totale di 18.130 euro. Programma invariato: “The best of” sabato dalle ore 16.40 e domenica dalle ore 13.50 Rimane invariato il programma compatto e vincente degli ultimi anni. Come sempre il pubblico potrà vedere in azione le stelle sabato nel tardo pomeriggio e domenica dopo pranzo. Le tre migliori serie di ogni gara (50 e 100 in tutti gli stili e i 100 misti) si svolgeranno in una sessione unica, che durerà 90 minuti circa sabato a partite dalle ore 16.40 e domenica a partire dalle ore 13.50. Mattivi: “Inutile volere cambiare un formato che piace alla gente, che così ha la chance di vedere i protagonisti in poco tempo, una formula che ha avuto successo negli anni e anche alle stelle piace di non dovere stare in piscina dalla mattina alla sera”.
Le gare anche in diretta su internet
Come sempre dal 2012 sarà possibile vedere le gare di Bolzano in diretta streaming live su internet. Gli appassionati di tutto il mondo possono assistere alle gare di Bolzano in diretta cliccando sul sito www.meetingbz.it o su www.liveye.it. Così ognuno può godersi lo spettacolo comodamente da casa o da dove vuole. Uno sforzo ulteriore organizzativo per aumentare la qualità del meeting altoatesino conosciuto ormai in tutto il mondo.
La direttiva europea 2009/136/CE (E-Privacy) regola l'utilizzo dei cookie, che vengono usati anche su questo sito! Acconsente continuando con la navigazione o facendo un clic su "OK". Ulteriori informazioni
OK